Un libro sotto l’albero

Un libro sotto l’albero

E’ il tempo ideale per stare in casa, con una cioccolata calda in mano, e un buon libro nell’altra


Eccoci giunti al primo dicembre. E’ arrivata l’ora di aprire la prima casella del calendario più atteso dell’anno: quello dell’avvento. Già le case si agghindano a festa, dentro e fuori rifulgono le luminarie che rendono assai più liete le notti dicembrine.

E’ già partita la corsa ai regali. Qualcuno pensa al menù del cenone. Altri hanno già la penna in mano e stanno scrivendo all’omone vestito di Rosso liste e liste di regali. Altri preferiscono fare le cose con calma e attendono con ansia l’Immacolata per tirare fuori da sottoscala e magazzini gli addobbi stipati in miriadi di impolverati scatoloni.

Fuori il freddo è tagliente e promette una neve prossima a venire. E’ il tempo ideale per stare in casa, con una cioccolata calda in mano, e un buon libro nell’altra. Meglio ancora, per addentrarsi ulteriormente nell’atmosfera, se ci si concede la lettura di qualche storia natalizia.

Ecco alcune proposte per trascorrere un po’ di tempo in compagnia di simpatici personaggi, calde illustrazioni e racconti immersivi:

  1. Non c’è niente di meglio di qualche racconto di Charles Dickens per entrare nel vivo della festività. Canto di Natale, Le campane, La battaglia della vita, Il patto con il fantasma, Il grillo dei focolai sono le cinque storie di Dickens, adattate per la prima volta per i piccoli lettori, dall’editore Gribaudo, in un libro illustrato da Elena Iarussi e curato da Valentina CameriniTra folletti capaci di indagare il futuro, vecchi prima avari e poi convertiti alla bontà d’animo, fantasmi che concedono il dono di scordare, e far scordare, il proprio passato e favole domestiche, il viaggio all’interno dei buoni principi e dello spirito del Natale è assicurato.

 

  1. Altrettanto consigliato è il libro “Racconti di Natale per Bambini”. Pubblicato di recente da una casa editrice indipendente, contiene storie e leggende varie, sempre a tema natalizio, raccolte da George Taylor, e tradotte in italiano da Giulia Maria Lombardi. Il volume mira a divertire bambini e adulti, trasmettendo loro insegnamenti importanti. Per farlo si serve sia di storie antiche tramandate di generazione in generazione, come quella dell’Agrifoglio e del Pettirosso, sia di narrazioni inedite che fanno leva sui temi dell’amicizia, dell’empatia, dell’altruismo e della famiglia.
  1. Sempre di Gribaudi editore è il libro illustrato “Il topolino di Babbo Natale”. In esso l’autrice Tracey Corderoy e l’illustratrice Sarah Massini narrano, sfruttando l’armonia di parole e immagini, la storia di un topolino che per puro caso diventa l’aiutante di Babbo Natale nella notte per lui più impegnativa. Apprendendo, così, alcuni valori importanti e ricevendo alla fine dell’avventura un regalo. Il più magico di tutti…

 

  1. Se poi per attendere il Natale il calendario dell’avvento non basta, un ottimo alleato può essere “Il Natale sta arrivando: una storia al giorno con Peter Coniglio”. Edita da Mondadori, la raccolta di Beatrix Potter, cui collabora Rachel Boden, è tradotta in italiano da Chiara Carminati e Augusto Macchetto e propone oltre a un racconto al giorno, anche un’attività, a tema natalizio, da svolgere in compagnia degli adulti! Un vero e proprio laboratorio per sbizzarrirsi nella creazione di decori e nella lettura dei tanti, bei racconti!

 

  1. Ancora una valida proposta è “Il pacchetto rosso”, edizioni Arka, di Linda Wolfsgruber e Gino Alberti. Il libro illustrato narra la storia di Anna che In una gelida giornata d’inverno va con la nonna in un grazioso paesino di montagna, dove trascorrerà le vacanze di Natale, come ogni anno, ma che s’accorge che in paese nessuno ha voglia di scambiare due chiacchiere e i volti dei bambini sono spenti e annoiati. Pare insomma non esserci tempo per un gesto o una parola gentile. Poi, la stessa sera, la nonna consegna ad Anna un misterioso pacchetto rosso, chiedendole di non aprirlo…

    Di titoli da annoverare ve ne sarebbero ancora molti altri. I libri proposti sono solo spunti da cui partire per raccontare il Natale e viverlo al meglio. Perché Natale è anche questo: stare insieme, ascoltare e cercare il senso della festività. E chissà che non lo si trovi in qualche pagina, così per caso, o in un disegno…

 

Condividi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati .*