Le prime letture: i migliori 5 libri illustrati per bambini

Le prime letture: i migliori 5 libri illustrati per bambini

Avvicinare i bambini alla lettura nel nostro mondo tecnologico, fatto di social network e videogiochi, sembra impossibile. Come fare allora? Ci pensiamo noi con una rassegna di alcuni libri illustrati imperdibili!


E’ dall’unione tra arte e letteratura infantile che nascono i libri illustrati: brevi testi il cui obiettivo è quello di accompagnare i più piccoli durante la crescita, mostrando loro cosa gli riserva il mondo e come ambientarsi in esso, attraverso le avventure di simpatici protagonisti in cui immedesimarsi. Queste opere, solitamente di grande formato e dalla copertina rigida, alternano racconti scritti a disegni coloratissimi e, pur essendo per bambini, piacciono a tutti! Come orientarsi quindi in questo universo spensierato e dalle tinte vivaci? Ci abbiamo pensato noi: ecco qui una selezione dei migliori 5 libri illustrati per i più piccoli!

 

  • Il Piccolo Principe (raccontato da Agnès de Lestrade, illustrato da Valeria Docampo)

Uno dei più grandi classici per bambini e ragazzi, reinterpretato in chiave contemporanea, per avvicinarsi ancora di più alle nuove generazioni. Si parla soprattutto di amore e amicizia, dell’importanza di stringere legami con chi ci circonda: il racconto vuole riflettere su come crescere senza dimenticare di ascoltare il nostro fanciullo interiore.

  • L’Ultimo albero (di Stepán Zavrel)

Pur avendo un’età di lettura consigliata di 3 anni, questo libro si occupa di temi estremamente d’attualità: l’ecologia e l’importanza del rispetto dell’ambiente. Vengono qui raccontate le vicende di un piccolo paesino che decide di scambiare tutto il proprio legname con delle pietre preziose.. l’avidità avrà la meglio sulla natura? Non vi resta che scoprirlo!

  • La casa che un tempo era casa  (raccontato da Julie Fogliano, illustrato da Lane Smith)

Premiato dal New York Times come uno dei migliori libri illustrati del 2018, questo racconto parla di misteri e investigazioni, di bambini che un giorno trovano una casa abbandonata in un fitto bosco e decidono di scoprire chi ci abitava prima. I ricordi e la storia non devono essere ignorati o dimenticati, solo così sarà possibile costruire un futuro migliore.

  • A che pensi? (di Laurent Moreau)

Questo è un libro che non finisce una volta chiuso, ma continua a rimanere impresso nella mente dei più piccoli (e dei grandi). Attraverso delle finestrelle che svelano l’interiorità dei personaggi e i loro pensieri, i bambini vengono invitati a mettersi nei panni degli altri e a comprendere il concetto di empatia.

  • La gigantesca piccola cosa (di Beatrice Alemagna)

Beatrice Alemagna è tra le illustratrici per bambini più apprezzate del momento e con quest’opera conferma il perché del suo successo. La “gigantesca piccola cosa” del titolo, di cui tutti i protagonisti del libro sono alla ricerca, è niente meno che la felicità. Attraverso il suo talento, l’autrice la descrive nelle sue svariate forme, nella sua sfuggevolezza, riuscendo a rendere concreto qualcosa che non si può vedere.

Condividi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati .*