La ricetta delle Scarpette di Sant’Ilario

La ricetta delle Scarpette di Sant’Ilario

La ricetta delle Scarpette di Sant’Ilario. Sapete come e perchè in occasione della giornata di Sant’Ilario, il santo patrono di Parma si preparano le famose “scarpette”? La leggenda narra che un calzolaio, vedendo Sant’Ilario attraversare Parma scalzo durante una giornata di neve, impietosito, gli regalò un paio di scarpe. Il giorno dopo, l’uomo, ritrovò un paio di scarpe d’oro proprio dove si trovavano le scarpe donate a Sant’Ilario. Da qui la tradizione per cui nel giorno del patrono vengono preparate le “scarpette”, tipici dolci legati alla festività del patrono.

Ecco la ricetta delle scarpette di Sant’ Ilario
Ingredienti:
 

500 gr di farina
4 uova
250 gr di zucchero
150 gr di burro
vanillina, scorza grattata di limone
200 gr di zucchero a velo
colorante e perline dolci

Deve la sua forma a una leggenda secondo la quale vedendo il santo passare da Parma scalzo durante una giornata di neve, un calzolaio gli regalò impietosito un paio di scarpe. Il giorno dopo il calzolaio nel posto in cui erano collocate le scarpe donate, trovò un paio di scarpe d’oro.

Preparazione:
Versate la farina sulla spianatoia, fate un cratere e versate gli ingredienti per l’impasto. Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, impastate 2 uova e 2 tuorli prendendo la farina dai bordi e aggiungete il burro, la scorza grattugiata del limone e la vanillina.
Quando il composto sarà compatto, stendetelo con il mattarello fino a raggiungere uno spessore di 5 mm. Tagliate la pasta in modo da formare tante scarpette.
Ungete una teglia, adagiate i biscotti e cuocete in forno a temperatura media finchè non avranno formato una crosta dorata (circa 30′).
Nel frattempo preparate la glassa: mettete in una terrina lo zucchero a velo e qualche cucchiaino d’acqua, rimestando con una spatola di legno. Quando il composto avrà raggiunto la giusta consistenza unitevi qualche goccia di colorante di pasticceria.
A cottura avvenuta togliete i biscotti dal forno, copriteli con la glassa e ornateli con le perline dolci. Servite con una bottiglia di malvasia dolce fresca.

Il nuovo numero de La Città dei Bimbi è anche scaricabile al link del sito Bimbi Parma

Condividi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati .*