Al via le domande per gli Assegni per il nucleo familiare

Al via le domande per gli Assegni per il nucleo familiare

Per loro fino al 31 dicembre 2021 è stato introdotto il nuovo assegno temporaneo


I nuclei familiari che hanno diritto all’assegno per il nucleo famigliare (ANF) continueranno a percepirlo e devono farne richiesta, attraverso la consueta procedura telematica, comunicando all’Inps i redditi 2020 attraverso il cud o la dichiarazione dei redditi, a seconda della condizione che ricorre per il richiedente. Si tratta dei lavoratori dipendenti, dei disoccupati percettori di Naspi e dei lavoratori parasubordinati che versano in gestione separata Inps.

Quest’anno la novità riguarda i nuclei familiari che non hanno diritto all’assegno per il nucleo familiare (ANF), con figli minori a carico. Per loro dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021 è stato introdotto il nuovo assegno temporaneo. Si tratta dei lavoratori dipendenti che superano il limite di reddito per gli ANF, dei lavoratori autonomi (o i nuclei che hanno un reddito derivante da lavoro dipendente inferiore al 70% del totale), dei disoccupati non percettori di Naspi, dei titolari di partita IVA, dei percettori di Reddito di Cittadinanza.

Gli importi variano in base all’ISEE (occorre possederne una valida, inferiore a 50.000 euro), mentre i percettori di Reddito di Cittadinanza lo riceveranno automaticamente senza fare domanda.

Per queste domande in aggiunta alle normali presenze la CGIL di Parma unitamente al Patronato INCA, ha predisposto un SERVIZIO DEDICATO SU APPUNTAMENTO.

Sono già migliaia gli appuntamenti fissati in pochi giorni, ricordiamo a tutti che per gli assegni famigliari non ci sono scadenze (è possibile chiedere fino a 5 anni di arretrati) e che per l’assegno temporaneo le domande presentate entro il 30 settembre avranno decorrenza dal 1° luglio.

Condividi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati .*