http://www.bimbiparma.it/wp-content/uploads/2015/04/favicon.png Il campo estivo più acquatico che c'è! COOPERSPLASH

Il campo estivo più acquatico che c’è! COOPERSPLASH

Il campo estivo più acquatico che c’è! COOPERSPLASH

Si sa, ad un certo punto i nostri figli diventano grandi e da bambini diventano ragazzi, un cambiamento che avviene in maniera lenta e costante. Aumentano gli impegni legati alla loro formazione ed educazione: le pagine da studiare aumenteranno, ci saranno materie nuove da affrontare con interrogazioni e verifiche.

Per fortuna ci sarà sempre il tempo libero e qualcosa di nuovo che attirerà la loro curiosità tra videogiochi, app e serie in streaming. Ciò che spesso accade è che, all’aumentare dell’impegno scolastico diminuisca il tempo dedicato alle attività sportive. Certo, non del tutto: la partitella con gli amici di quartiere o il giro in bicicletta saranno sempre praticati, e chi fa attività agonistica magari non lascerà il suo sport. Ma siamo sicuri che questo basti?

La preadolescenza e l’adolescenza sono le fasi della crescita in cui il corpo si trasforma. Dare la forma giusta al proprio corpo, per crescere in maniera armonica e buttare le basi per un’attività sportiva che dovrà accompagnarci per tutta la vita adulta, quando gli impegni aumenteranno e dovremo comunque prenderci cura del nostro corpo, che non è altro che la macchina con cui viaggiamo avanti nel tempo.

Non vogliamo vantarci di offrire l’unica attività sportiva o la più sana, ma nel nuoto si possono trovare benefici che, se apprezzati fin da ragazzi, sono specifici della disciplina e possono aiutarci a sviluppare qualità particolari. Si va in acqua, in costume da bagno e cuffia, nient’altro, e tutti sono vestiti, anzi svestiti, allo stesso modo. Questo ci aiuta a confrontare il nostro corpo con quello degli altri, e non c’è niente di sbagliato nell’essere più o meno alti (tanto si nuota tutti da coricati), nell’avere più forza nella gambe o nelle braccia (tanto si usano tutti gli arti). Magari non è divertente, perché non è un gioco, infatti nuotare vuol dire andare avanti e indietro per una vasca: “Oggi in mezz’ora ho fatto 30 vasche, vediamo quante ne riesco a fare la prossima volta!” Ecco, questa è la qualità principale del nuoto: ci insegna a gestire il tempo a nostra disposizione. Non solo il tempo, ma anche le pause, i recuperi e le risorse che ci rimangono. E questo non si può studiare.

Un ragazzo che impara a gestire il proprio tempo sarà sempre in grado di cavarsela nella vita. Un’altra cosa bellissima del nuoto da bambini è che si può entrare in piscina a nuotare e giocare, si può trovare sempre qualcuno con cui fare amicizia.

Tra le nostre attività oltre al nuoto libero e i corsi di nuoto per ragazzi offriamo da anni la possibilità anche a preadolescenti e adolescenti di imparare a stare nell’acqua e nuotare, stando tra coetanei. E la cosa non finisce con l’anno sportivo (o scolastico, a seconda di come lo si vede): nelle attività del nostro campo estivo, COOPERSPLASH, i ragazzi dai 10 ai 14 anni partecipano ad attività sportive, acquatiche, creative, ricreative e aggregative frequentando il gruppo dei Meloni, dove possono anche gongolare interpretando il “fratello maggiore” dei bambini degli altri gruppi (Mandarini, Carote e Arance, dai 4 ai 9 anni).

Condividi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati .*