http://www.bimbiparma.it/wp-content/uploads/2015/04/favicon.png Danza della vita: la nascita basata sul rispetto dei processi fisiologici

Danza della vita: la nascita basata sul rispetto dei processi fisiologici

Danza della vita: la nascita basata sul rispetto dei processi fisiologici

Si è svolta presso la sala Truffelli del Forum Solidarietà la conferenza stampa per la presentazione del convegno “Danza della Vita”, che si terrà il 19 e 20 maggio all’hotel Parma e Congressi. L’evento è aperto a famiglie, coppie e professionisti del settore (ostetriche, ginecologi, medici, psicologi, educatori ecc.) e mira a diffondere una cultura della nascita basata sul rispetto dei processi fisiologici che accompagnano la gravidanza e il parto, e della genitorialità vissuta con una modalità consapevole. L’evento è patrocinato da: Comune di Parma, Università di Parma, Ordine degli Psicologi, Collegio delle Ostetriche di Parma e Piacenza. Interverranno numerosi relatori di fama nazionale e internazionale tra cui Michel Odent, Nicoletta Cinotti, Giorgia Cozza, Alessandra Bortolotti, Alessandro Volta e alcuni professionisti del territorio come Davide Angelucci, Clelia Buratti, Cristina Lottici, Silvia Strozzi, Maria Flisi, Paola Cadonici e Didi Ananda Paramita.

Presente alla conferenza stampa l’Assessore all’associazionismo e ai diritti dei cittadini, con delega alle politiche sanitarie, ed ex vicesindaco Nicoletta Paci secondo cui “è estremamente importante svolgere una politica di prevenzione nell’ambito della salutogenesi della nascita e della genitorialità, di cui il Comune si è più volte reso promotore. Inoltre è indispensabile, anche da parte delle istituzioni, portare attenzione alla crescita dei bambini in quanto rappresentano il futuro della nostra società.”

“C’è bisogno di nutrire la società rispetto al tema della nascita che è uno dei temi fondamentali della nostra vita perché la nostra esperienza di nascita fa la differenza, ci lascia un’impronta che caratterizzerà la nostra vita, pertanto lavorare su questi argomenti, riconoscere alla maternità questo ruolo porterà risultati positivi sulla salute del bambino e della madre, che potra riscontrare un potenziamento delle proprie competenze di essere umano, di donna e di genitore” afferma Clelia Buratti, ostetrica libera professionista e vincitrice più volte del premio Sant’Ilario per il suo operato a sostegno della maternità.

Il convegno è stato organizzato da Marcello Zoni e Luna Carelli, titolari dello Studio Grounding di Parma, centro di psicoterapia, yoga e altre discipline corporee per la gravidanza e per i bambini e dall’associazione ULTREYA ASD, con il sostegno di numerosi partner tra cui, APNU, Associazione Per il Neo Umanesimo, rappresentato oggi da Sara Manferdini: “APNU nasce come associazione di volontariato e solidarietà internazionale sostenendo progetti rivolti a mamme e bambini, ma anche a realtà ospedaliere, scuole e orfanotrofi in India, terra che ci ha insegnato molto in termini di yoga e spiritualità anche nella modalità di approccio alla maternità vista come condizione sacra e inviolabile. Cerchiamo di portare in Italia lo yoga inteso come unione di mente, corpo, emozioni e spiritualità soprattutto per mamme e bambini.”

Ci sono ancora posti disponibili per le due giornate ed è possibile partecipare con figli di qualsiasi età in quanto saranno allestiti spazi appositi per l’accoglienza dei neonati, e un’assistenza continuativa per i bambini più grandi con Stefania Rocchi dell’asilo Baobab di Collecchio con laboratori Montessoriani a cura del centro Psicologia & Educazione.

Condividi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati .*