http://www.bimbiparma.it/wp-content/uploads/2015/04/favicon.png All’Ospedale dei bambini un dono speciale per l'attività di Giocamico

All’Ospedale dei bambini un dono speciale per l’attività di Giocamico

All’Ospedale dei bambini un dono speciale per l’attività di Giocamico

Spegne sessanta candeline il Gruppo imprese artigiane di Parma e per fare festa sceglie di donare all’Associazione Giocamico, che opera a favore dei bambini ricoverati in Ospedale. Associati e sposnor di Gia hanno infatti contribuito alla raccolta, arrivando a portare all’Ospedale dei bambini tremila euro di contributo, frutto di una decina di iniziative benefiche realizzate negli ultimi mesi. Le attività ludiche per i bambini ricoverati, assieme ai percorsi di accompagnamento personalizzati per la preparazione a interventi chirurgici e esami diagnostici complessi, da oggi, ricevono un ulteriore contributo.

“Abbiamo voluto riconoscere la bontà del progetto di Giocamico di attività ludiche e accompagnamento alle fasi più complesse della vita in ospedale”, spiega il presidente di Gia, Giuseppe Iotti. La raccolta dimostra l’interesse forte delle imprese artigiane nei confronti della realtà ospedaliera, riconoscendo la complessità dell’organizzazione e l’importanza della vicinanza a professionisti e utenti, soprattutto se giovanissimi. Stefano Bizzi, funzionario del Gruppo imprese artigiane, sottolinea infatti “l’interesse degli imprenditori per un impegno concreto sul sociale”.

A raccogliere la donazione, assieme alle educatrici Barbara Ghirelli e Cristina Premoli, il presidente di Giocamico Corrado Vecchi, che ha voluto ricordare il valore del gesto: “Il nostro grazie va a tutte le imprese che hanno partecipato alla raccolta e che dimostrano di avere a cuore il rapporto con la città, merito di una grande valorizzazione”. Icilio Dodi, direttore della Pediatria generale e d’urgenza con la coordinatrice Claudia Marcatili hanno espresso il ringraziamento sentito dei professionisti del Maggiore.

Condividi

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati .*